GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

Una grande storia d’amore: Danilo Nigrelli e il teatro.   Un personaggio, un copione, il cartellone che “strilla” orario e nome dello spettacolo, il palcoscenico da occupare e difendere come fosse la propria tana, la voce da addomesticare e calibrare agli spazi, che si “ guarda” intorno per prendere possesso del luogo e poi, su tutto, un’immedesimazione totale, senza movimenti in direzione del ruolo, una “ possessione” buona, perfetta e calzante, precisa e per niente artificiosa. Tutto ciò fa dell’attore non semplicemente un interprete, ma l’altro, il personaggio, il ruolo. Identificandoli totalmente. E’ quello che imparo da Danilo Nigrelli, attore ed insegnante di teatro che non ha bisogno di troppe presentazioni, ma solo di essere ascoltato quando svela, con semplicità e amore autentici, la meraviglia di un mestiere unico e complesso, improvviso nella chiamata quanto una vocazione, croce e delizia, ossessione e passione di chi gli risponde. Signor Nigrelli, dove pende di più la bilancia del suo amore? Verso il cinema o verso il teatro? Dico sempre che il teatro è il mio amore, e il cinema l’amante. Sono nato…
Non c’è qualcosa che non insegnerei. Un artista deve essere innanzitutto generoso. Parola di Mauro Pini, acting coach di Omar Sharif, Silvio Muccino, Kasia Smutniac, Ricky Memphis, Luca Argentero, Nicolas Vaporidis, Margareth Madeè,  Hristo Jivkov e tanti altri.   Cominciare un’intervista, vuol dire fare un viaggio, entrare in una vita, prenderne qualcosa furtivamente, siano essi un consiglio, un insegnamento, un ricordo, un’emozione o una sensazione e poi uscirne con la stessa discreta delicatezza. E quando a me è toccato entrare nella vita di Mauro Pini, acting coach di fama, un ingresso durato credo in totale una mezzora, un simpatico andirivieni, con la chiave della curiosità, giocato su domande e risposte, mi sono portata addosso la sensazione, piacevolissima, di un incontro unico e che, difficilmente, potrò ripetere con le stesse caratteristiche sorprendenti. Mauro Pini è un artista: e non lo affermo solo per la capacità che possiede di indirizzare il lavoro degli attori ma soprattutto perché lo è nell’accezione più alta che questo termine possa avere, nella generosità con cui passa la propria arte, vaso comunicante e senza ostruzioni. Ed è…
Martedì, 20 Giugno 2017 11:42

la borsa del turismo religioso

Scritto da
Roma, 20 giugno 2017 – Prende il via a Roma domani, mercoledì 21 giugno, presso Casa La Salle (Via Aurelia, 472), la Borsa del Turismo Religioso Internazionale (BTRI), manifestazione unica in Italia nel suo genere, che chiama a raccolta i più importanti esponenti del mondo ricettivo, tour operator e agenzie di viaggio, associazioni e consorzi, enti pubblici, realtà religiose, compagnie di mobilità e servizi turistici, che si occupano di turismo religioso, culturale ed artistico. «Questi tre giorni saranno un importante momento d’incontro – dichiara il patron Nicola Ucci -, non solo commerciale ma anche di scambio culturale, del mondo del turismo religioso e della domanda turistica religiosa che si divide in due gruppi: il pellegrinaggio tradizionale e dei cammini di fede e quell’altra fetta della richiesta che vede nei siti religiosi non solo un luogo di fede, ma anche di interesse artistico e culturale. Ecco dove s’innesca il primo rapporto che tratteremo alla Btri, il legame tra fede e mercato». Inaugurazione domani alle 16.00, con l’apertura dell’area espositiva e l’incontro tra giornalisti e buyer ospiti con espositori. Alle 17.00, il primo appuntamento culturale della tre giorni, con una tavola rotonda…
Il giorno 23 e 24 di mattina terrò un corso sulla comunicazione non verbale - CNV - e la sua fisiologia , presso i Salesiani di Selargius: chi produce i segnali non verbali e con quale preciso scopo, la loro natura e la collocazione nell'ambito fisiologico. Il corso lo tengo nella qualità di counsellor, Ipnologo, esperto di microespressioni facciali ( FACS), laureando in psicologia, esperto di programmazione neurolinguistica, cultore della disciplina sciamanica e esperto di sogni. La sera del 24 giugno, presso l'Hotel Hinterland si terrà una conferenza dal tema: “Gli UFO nella mente”, in compagnia del rande Corrado Malanga  scienziato di levatura mondiale che ha esplorato il mondo delle adduzzioni o rapimenti su individui che ritengono di essere stati rapiti da Alieni.  La domenica cerimonia sciamanica nella Giara di Tuili con il ritmo del tamburo sciamanico, visita al parco Sardegna in miniatura e pranzo. Questo è per questo prossimo fine settimana. Per il fine settimana di inizio luglio (Salesiani di Selargius) avremo un incontro con Malanga, Salvatici, Bauval, Forgione sul culto delle stelle e le piramidi egizie di Cheope,…
Martedì, 20 Giugno 2017 11:12

spoletopen: le date del festival dei due mondi

Scritto da
Festeggia i 50 anni di attività in Italia della fondatrice Ellen Stewart, ma anche la sua nona edizione il festival La MaMa Umbria International, che quest’anno, nell’ambito del sessantesimo Festival di Spoleto, proporrà – dall’1 al 16 luglio – una serie di interessanti incontri, performance e residenze, tutte fondate sui linguaggi contemporanei dello spettacolo, con numerose parentesi indirizzate a scenari internazionali. Si comincia, i primi due giorni del mese, con una doppia serata dedicata al Mediterraneo, in cui i coreografi Eden Weiseman (Israele) e Jadd Tank (Libano), rispettivamente con le performance La fuga e Liberté toujours, danno vita a studi sul corpo in relazione alle regole e alla possibilità di liberarsi dai loro vincoli. Tank è tra i sei protagonisti arabi del progetto Focus Young Arab Choreographers, circuito itinerante tra spettacoli e incontri, patrocinato dal MIBACT, che girerà fino a settembre l’intera penisola italiana all’interno di ben 11 festival; Weiseman e Tank saranno invece insieme protagonisti di una settimana di residenza per preparare un nuovo lavoro coreografico. Coniugare l’estetica coreana con musica dal vivo, uso di media e interattività attraverso una performance non verbale è l’obiettivo del programma di Global Players che il prestigioso Seoul Institute…
Pagina 1 di 219