GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

   Lo stadio Sant'Elia è andato in pensione e verrà totalmente demolito per lasciar spazio a uno stadio completamente nuovo, moderno, di proprietà del Cagliari Calcio. Raccontare quello che per me ha rappresentato nei suoi 47 anni di vita non  è cosa facile. La vita del Sant'Elia è coincisa quasi totalmente con la mia vita professionale (con centinaia di radiocronache, interventi in Tutto il Calcio Minuto per Minuto e interviste dagli spogliatoi), ma non solo. E dunque infiniti sono i ricordi. Cerco di andare per ordine.    La prima immagine che mi viene in mente è in realtà legata all'Amsicora, alla metà degli anni '60, quando, ragazzino, non perdevo una partita dalla gradinata dei distinti, in compagnia di mio padre e di qualcuno dei miei zii. Al di là dell'esordio di Riva -fischiato alla "prima" dai tifosi che chiedevano la riconsegna della maglia numero 11 a Tonino Congiu "Congisgeddu" - ricordo un tavolino a bordo campo, sotto la tribuna centrale e dunque davanti a me, a occupare una piccola parte della pista di atletica. Su quel tavolino qualche mastodontica attrezzatura…
A tu per tu con Claudio Castrogiovanni fra tv, cinema e  nuovi progetti. Le interviste  sono viaggi ai quali ci si prepara con un bagaglio breve di domande possibilmente giuste e la giusta disposizione; si diventa ricettacolo di sogni, progetti, passato e futuro. Le interviste, come ogni viaggio che si rispetti, si compongono di scoperte, di intuizioni, di angolazioni dalle quali, un po’ come se si trattasse di davanzali a precipizio sul più bello dei panorami, permettono di ammirare, imparare e considerare. In questa intervista a Claudio Castrogiovanni ho portato con me del viaggio la curiosità e la scoperta: ho scoperto e imparato che esiste la “ filata”, termine utilizzato per indicare una prova generale e definitiva, comprensiva non solo di uno sforzo di perfezione della memoria con le battute da recitare, ma anche e soprattutto dei movimenti, di come si conquista lo spazio sul palcoscenico e del puntamento delle luci. Ho scoperto ed imparato che esistono dei ruoli “ tinca”, di raccordo, che rientrano nell’economia di una storia e sono funzionali alla predominanza di altri ruoli. E ho scoperto…
La Sardegna è un luogo fantastico: mare, sole, buon cibo, natura incontaminata, storia millenaria. Lo sappiamo noi che ci abitiamo, lo sanno i turisti che riempiono le coste. Molti però non conoscono le persone che abitano questo luogo e che ogni giorno, a loro modo, contribuiscono a renderlo un buon posto dove vivere. Oggi ve ne presentiamo due:   FABIO LOI E' uno dei giovani creativi isolani più ricchi di talento e passione. Ha già al suo attivo numerose collaborazioni e diversi riconoscimenti internazionali che avrebbero portato chiunque altro ad abbandonare il luogo d'origine e spostare i propri interessi in qualche metropoli europea in cui respirare in modo più completo l'arte in tutte le sfumature. Scenografo, costumista, fotografo con una passione per la scrittura, Fabio Loi racconta una storia diversa dal solito, quella di chi resta con fiducia a dispetto delle problematiche che il nostro territorio può porre a coloro che decidono di vivere di cultura. Una visione imprenditoriale di sé che sembrerebbe cozzare con la crisi economica che si fa sentire sempre più pressante, ma che pare non spaventare…
Venerdì, 15 Settembre 2017 11:32

La grande festa L'isola che c'è a Roma

Scritto da
 La grande festa dei sardi e dei romani che avvince da sempre i turisti nella Capitale. Sarà rappresentata tutta la Sardegna, ancora una volta e per il 36° anno all’Isola che c’è ( Roma 29 settembre- 1 ottobre 2017), la manifestazione che GIA realizza con il prestigioso Gremio dei Sardi: che “avvicina due culture di grande spessore per il nostro Paese. Una splendida occasione per conoscere l’Isola della lunga vita e apprezzare le sue ricchezze paesaggistiche, culturali, artigianali e culinarie”(cit.Pietro Grasso, Presidente Senato). Dal nord al sud: Coro Gavino Gabriel di Tempio(reduce dai successi con la Jura al Lirico di Cagliari); il Tenore Alessandro Scano (Opera di Roma)di Guspini con i Canti Popolari In Cantos de Terra Mia; il Duo Launeddas Marras e Deiana; gli originali Costumi Medioevali con il Gruppo Santa Chiara di Iglesias; “Il Santo venuto dal mare, Sant’Antioco ; da Selargius il Laboratorio Ceramiche Pulli; da Decimomannu i liquori; i dolci e i torroni dall’antica Barbagia; da Orgosolo i pastori con i loro formaggi; da Lunamatrona il Laboratorio delle paste; da Santadi i vini della Cantina; da…
“Entrate, entrate nel mio regno, per metà magico e per metà reale. Io sono Tex, l’Eroe. Non abbiate timore, lasciatevi guidare dalla mia mano e dalle mie avventure. Scoprirete mondi mai visti, vedrete gente mai sognata: del resto, la mia stessa vita è un unico grande sogno”. “Con Tex facevo le cinque del mattino, che tirate di lavoro! Lo avevo realizzato senza conoscere nulla del West, anche le pistole erano inventate. Tex era un ibrido, faceva il verso a Gary Cooper e Randolph Cott. Ma lo scenario era più vicino alla Maremma…”. Tex l’eroe, audace capo popolo nasce nel ’48 dall’incontro a Milano tra Aurelio Galoppini e Gianluigi Monelli. Galep  da allora non ha fatto null’altro che Tex Willer  con maestria ineguagliabile e rigorosa scientificità. Proprio l’ex pittore umorista pubblicitario disegnatore d’animazione sardo, introverso, emotivo quasi sempre perdente con gli editori lupi ai quali dall’età di dieci anni, da Iglesias, ha affidato estro e passione. A Lucca 15, mostra internazionale dei comics, del film d’animazione e dell’illustrazione, immenso palcoscenico per Pino Zac, Mulazzano, Serpieri, spagnoli cinesi e americani, il disegnatore…