GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

A breve distanza dalla piazza Martiri d’Italia  - tra la piazza Costituzione, la via Torino, la via San Salvatore da Horta e il viale Regina Margherita - troviamo un isolato, realizzato in epoche diverse, che presenta diversi motivi di interesse per quanti sono interessati alle vicende edilizie, urbanistiche e sociali della città.   Il palazzo Canepa All’angolo tra il viale Regina Margherita e la piazza Costituzione insiste il palazzo Canepa. L’elegante struttura, che si articola su un ammezzato e tre piani alti, venne  realizzata da Lorenzo Canepa intorno alla metà degli anni Trenta del Novecento. Il committente spese ben novecentomila lire: una cifra favolosa per quei tempi. Nella facciata, contrassegnata da paraste laterali e lesene, si aprono sei finestre per piano.  In questo edificio avevano sede una cartoleria della Società Editoriale Italiana, un ufficio del dazio e l’azienda che gestiva la pubblicità per il quotidiano “L’Unione Sarda”. Nel secondo dopoguerra, in prossimità delle elezioni, dall’ammezzato del palazzo, molti oratori animavano i loro comizi arringando la folla. Negli  anni 50 nascono nuovi esercizi commerciali e il palazzo Canepa ospita la “Gioielleria…
Lunedì, 05 Giugno 2017 10:53

ecco cosa è la cagliaritanità - di paolo fadda

Scritto da
Sono convinto che per comprendere appieno cosa sia, o cosa s’intenda per “cagliaritanità” (quel sentimento che unisce e affratella i cagliaritani doc), occorra leggere quest’antologia di scritti casteddaius di Giampaolo Lallai. Si tratta infatti di un’occasione ghiotta, assolutamente da non perdere. Unica, tra l’altro, perché in essi c’è tutto su fragu, il senteur direbbero i francesi mettendo insieme aromi reali e sensazioni virtuali, di questa nostra cara città affacciata sul più suggestivo e bel golfo del Mediterraneo, luogo prediletto dagli angeli. È proprio di questo sentimento che intendo qui scrivere, ricordando l’amicizia, la simpatia, la riconoscenza e l’affetto che m’hanno legato al caro Giampaolo. Perché la cagliaritanità, ripeto, è un qualcosa che lega e affratella quanti di Cagliari riconoscono a fragu i suoi tesori e ne amano l’anima, che è poi quel suo essere qualcosa di più d’una città, d’essere cioè Patria per chi sappia intendere il significato vero di questo sostantivo ormai, purtroppo, divenuto desueto. Ma che, nella sua etimologia latina (terra dei padri), riporta a quel legame d’appartenenza al medesimo destino, legati indissolubilmente alle stesse memorie, alle stesse…
Venerdì, 02 Giugno 2017 22:59

GOOD LUCK,BRIAN. DI ALBERTO COCCO

Scritto da
GOOD LUCK, BRIAN |! Il saluto del campione agli indimenticabili anni sassaresi   Quando le frizioni tra il vulcanico presidente Stefano Sardara ed il demiurgo - sia sempre lodato il nome di Meo Sacchetti ! - ha generato lo choc dello strappo e dell’esonero dopo la sbornia del triplete, ci siamo preparati psicologicamente ad un momento come questo. Brian è sembrato stranito e quasi orfano, privato dell’ombrello di suo padre, maestro di vita e di parquet negli anni sassaresi. Ma la giovane ala è diventata un uomo proprio in Sardegna, affrontando da professionista il distacco dalle tenere abitudini quotidiane, ora ormai destinate alle brevi vacanze estive algheresi. Mentre il corpulento genitore, allenatore di razza e grande giocatore protagonista dell’oro di Nantes, è ripartito dal mare di Brindisi, il figlio d’arte non si è perso d’animo. Brian ha affrontato il trapianto del nuovo gruppo sperimentale, dopo l’esodo collettivo degli assi verso i nuovi lidi. Ha deciso di essere ancora lo zoccolo duro di una lunga stagione di grandi successi, culminata con il memorabile scudetto, la Supercoppa Italiana ed il bis di…
ARRIVI E PARTENZE I primi rumors di mercato tracciano il nuovo Cagliari   E’ stata una buona stagione. Le contestazioni all’operato di Massimo Rastelli sono inchiodate dai fatti. Nel biennio alla guida rossoblù sono arrivate la promozione in Serie A ed una salvezza raggiunta con perentorio anticipo. I critici in servizio permanente effettivo ribadiscono che la promozione rappresentasse un atto dovuto, in ragione della qualità dell’organico a disposizione dell’allenatore campano. I detrattori mugugnano per l’alto numero delle reti incassate e per alcune umilianti sconfitte con punteggi tennistici. La lezione è servita. Nelle prime schermaglie di mercato la scelta del portiere e l’acquisto di due buoni difensori centrali e di un esterno basso rappresentano le prime mosse del nuovo direttore sportivo Rossi, arrivato dal Sassuolo. Il lavoro di Capozucca è stato lodevole, soprattutto per la grande intuizione di un attaccante di rango come Marco Borriello, che nella sua scintillante stagione cagliaritana ha assicurato un bottino di reti fondamentali per un cabotaggio lontano dalle acque di tempesta. Adesso si decide il destino di Cragno. Il giovane portiere è annunciato pronto al rientro,…
Sotto l’egida della Associazione culturale “Riprendiamoci la Sardegna” lunedì sera si è svolto presso l’aeroporto di Cagliari/Elmas l’incontro col giornalista scrittore Sergio Frau che ha riproposto la affascinante teoria che vede la nostra isola centro del mondo. Una occasione per (ri)visitare la mostra, “Omphalos”, inaugurata giusto lo scorso aprile, presso lo stesso aeroporto, area Partenze del Terminal, che indaga sui miti antichi col piglio di un allestimento moderno che utilizza anche il drone per testimoniare una sorta la “nostra Pompei” con innumerevoli nuraghi ancora da dissepellire. Articolata in quattro sezioni sarà fruibile fino ad ottobre.Nell’affascinante viaggio nel tempo ha fatto da guida col suo megafono lo stesso Frau - che stupì con il saggio “Le colonne d’Ercole. Un inchiesta” del 2004 e le sue archeo teorie - portando nel cuore pulsante di un passato molto remoto da scavare intorno alla Sardegna e i suoi tanti misteri. La rivoluzione continua e le sue ipotesi si fanno stringenti anche nell’imminenza dell’uscita del prossimo libro sull’argomento che rilancia e fortifica le sue convinzioni. Frau è un giornalista, bravissimo, che conosce le regole della…