GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

L’attrice Barbara Bacci testimonial per Kilesa   Nella vita, nella storia di ogni vita, il “caso”, o chiamiamolo pure il destino, è un regista di talento sopraffino, dall’imprevedibilità encomiabile, dal piglio geniale, dall’estro inarrivabile, capace di confondere, scombussolare per poi indirizzare perfettamente, come una freccia al bersaglio, un percorso, capace di incrociare traiettorie apparentemente distanti, opposte, inconciliabili e fare di due capitoli a se’ una storia unica. Penso a questo quando ho l’occasione di intervistare l’attrice e modella Barbara Bacci e la stilista Bianca Imbembo, ideatrice del marchio di borse Kilesa. Due donne, due storie, unite certo dalla bellezza, dalla passione per la moda, due vite tangenti ed ormai direi secanti per ciò che accomuna tante donne. E non parlo solo di apparenza, eleganza, fascino, ma anche di altro. Mi riferisco al rischio, quasi sempre totale quando si decide di combattere per ciò in cui si crede, si sia esso il lavoro, una passione, una fede, mi riferisco al coraggio, altrettanto necessario, al talento, presente in entrambe e declinato con sfaccettature diverse, all’amore per la vita, per i propri progetti;…
Lo scorso sabato 2 settembre si è svolta a Cagliari la finale regionale della rassegna nazionale di musica emergente “Il Cantagiro” che, fin dal 1962, porta avanti l’obiettivo di scovare in tutto il territorio nazionale i migliori talenti emergenti in ambito canoro e di portarli alla ribalta nel settore. Si tratta di un festival prestigioso per la tradizione storica che si porta alle spalle: in passato vi parteciparono e vinsero il titolo grandissimi artisti della musica italiana, tra cui Adriano Celentano nel 1962 e, nelle edizioni successive, Massimo Ranieri, Gianni Morandi e Rita Pavone. A fare da cornice alla serata, il teatro Amedeo Nazzari del Dubai Planet in Viale Monastir e una competizione avvincente capace di coinvolgere e scaldare il pubblico che è accorso in buon numero. Lo spettacolo è stato presentato da “Futura Arte e Spettacolo” con Gianna Melis e Max Sabetta, agenti e talent scout regionali della rassegna, che hanno prestato le loro voci per la conduzione. Sono stati numerosi i talenti in competizione, giovanissimi e meno giovani, a contendersi lo scettro del vincitore. Sono due le categorie…
Martedì, 05 Settembre 2017 12:37

ecco l'arena rossoblu - di fabio salis

Scritto da
Dopo tanti anni caratterizzati da uno stadio Sant’Elia sempre più in decadenza, da battaglie burocratiche “sul campo”, da esodi nella penisola ed esperimenti infruttuosi come quello dello stadio di Is Arenas a Quartu Sant’Elena, finalmente il Cagliari Calcio e la Sardegna intera avranno a disposizione un nuovo stadio: la Sardegna Arena. Se Lega Calcio e Coni esprimeranno un parere positivo, l’impianto verrà inaugurato già il prossimo 10 settembre in occasione della partita Cagliari-Crotone. L’opera è stata realizzata grazie alla sinergia tra Cagliari Calcio, Comune di Cagliari e Regione Sardegna e la scelta del nome dell’impianto non è stata affatto casuale: “Abbiamo scelto questo nome per portare il nome di questa terra in Italia e un giorno, ce lo auguriamo, in Europa”, aveva dichiarato il Presidente dei rossoblù Tommaso Giulini il 3 maggio giorno della conferenza stampa di presentazione del nome dell’impianto. La Sardegna Arena è l’impianto temporaneo che ospiterà le partite casalinghe della squadra rossoblù a partire dal campionato in corso e sarà la casa del Cagliari per almeno due stagioni fino al 2020, anno del centenario del club, in…
Nella suggestiva cornice di Piazza del Popolo a Pula, davanti ad un numeroso pubblico, lo scorso 1 settembre è andata in scena la finale regionale del concorso nazionale “Una ragazza per il cinema” dove sono state elette le ragazze che si confronteranno per il titolo nella finalissima in programma nel Teatro Antico di Taormina, in Sicilia, dal 7 al 12 settembre. Il concorso, ormai giunto alla sua ventinovesima edizione, va alla ricerca della bellezza femminile e ad individuare la personalità, i talenti e le precise caratteristiche professionali utili per essere proposte nel mondo dello spettacolo. La prima edizione della rassegna fu nel 1989 e vide anche la presenza dell’attrice Laura Antonelli, una madrina d’eccezione per le quasi sessanta ragazze in concorso nella finale nazionale. Nel corso degli anni c’è stata una continua crescita nel successo di critica e pubblico, confermato anche dalla presenza di testimonial e presentatori importanti che hanno condotto le finali nazionali. Un altro aspetto rilevante è che tante ragazze, che hanno partecipato alle varie fasi e che hanno vinto od ottenuto dei risultati in termini di classifica,…
Ciogga, giogga minudda, mirinzana, zimino.. La cucina sassarese è quasi un "unicum" della cucina sarda, con piatti legati più alla terra che al mare,  lavorati a partire da una materia prima apparentemente povera, ma che raggiunge vertici altissimi di sapore e  gusto deciso. Il turista in transito a Sassari, se ha la curiosità di addentrarsi per i vicoli stretti della città, potrà qui incontrare delle piccole trattorie dove gustare le "particolarità" della tradizione: dalle melanzane ("La mirinzana in forru" che meritò addirittura un brano musicale del Trio Folk Sassarese) imperdibili al forno o alla griglia, passando per la "favata", una sorta di minestra preparata con bietole, cicoria, finocchietto selvatico e le parti più saporite del maiale (testa, piedini, cotenna e salsiccia: si sa, del maiale non si butta via niente!) fino allo "zimino", ovvero le interiora di vitello cotte alla griglia e componente immancabile di ogni "ziminata".  Tra i primi piatti è imperdibile la "mineshtra 'e fasgioru" o "mineshtra 'e patatu", una zuppa preparata con fagioli, patate, lardo, finocchietto selvatico e pomodori secchi, assai corroborante nei mesi invernali. Leggi tutto…