GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

Sono nato a Cagliari in Via Cagna 11, attaccato allo stadio Amsicora, la mattina del 4 Settembre 1958 e anche se più della metà dei miei quasi 60 anni li ho vissuti all’estero, il mio cuore è sempre rimasto a Casteddu e in Sardegna. Lì ritornerò, tra pochi anni, al termine della mia terza emigrazione, quando avrò raggiunto una pensione minima con lo stato americano. Ora vivo con mia moglie Kirsten in Florida a Deerfield Beach (25 miglia a nord di Miami) e insegno tutte le materie come Sub Teacher nella scuola pubblica americana. L’essere cagliaritano, prima ancora che sardo, è un qualcosa che mi è piacevolmente rimasto appiccicato addosso, Aver vissuto in prima persona da ragazzino l’epopea del Cagliari di Gigi Riva dello scudetto, del Brill di Cagliari nel basket sin dagli anni in cui giocavo con l'SCK (Sporting Club Karalis) al cortile Riva mi facevano sentire ricco. Di gloria e di modus vivendi. “Il Cagliaritano” e “Cagliari Basket” avevano iniziato a colmare, a soli 14 anni, quell’altro mio sogno di diventare giornalista. Iniziai con Giorgio Ariu e i…
Mercoledì, 31 Gennaio 2018 12:51

primati sardi: chirurgia robotica - di luca neri

Scritto da
La forza di credere nel progresso, la convinzione nel non piegarsi alla resistenza alle innovazioni che spesso colpisce gli scettici aprioristici. Ho trovato questo ed altro nell'intervista al Dottor Mauro Frongia, direttore dal 1997 del reparto di urologia e chirurgia robotica dell'Ospedale Brotzu. Una scheggia nel futuro impiantata, o se preferite trapiantata, in un mondo troppo spesso restio ai cambiamenti. Nella lunga carriera ha eseguito più di mille trapianti. Com’è la situazione in Sardegna in questo ambito? Qui al Brotzu esiste un centro trapianti che nasce alla fine degli anni 80, nel corso degli anni si è evoluto e perfezionato. Oggi è uno dei primi in Italia, ha una sua storia. L'anno scorso abbiamo raggiunto il traguardo dei mille, ora siamo intorno ai 1060. LEGGI TUTTO SU IL CAGLIARITANO DI FEBBRAIO 2018 - IN EDICOLA E IN LIBRERIA
Mercoledì, 31 Gennaio 2018 12:44

la battaglia sulla insularità - di roberto frongia

Scritto da
La dichiarazione di illegittimità del referendum sul l'insularità in Costituzione non fa parte di nessun complotto, come invece qualcuno sospetta, ma è solo l'ennesima certificazione di quanto sia difficile sfondare il muro della conservazione in Sardegna.Lo ha dichiarato il parlamentare dei Riformatori Pierpaolo Vargiu che ha aggiunto: "Parlare di insularità significa abbandonare la cultura dell'assistenza, che ci ha resi servi passivi per tanti anni, per riscoprire responsabilità, meritocrazia e cultura d'impresa. Tutte cose scomode per un sistema pietrificato, sempre uguale a se stesso"."Insieme a 92.000 sardi, tra cui centinaia di sindaci e decine di illustri giuristi - ha concluso Vargiu- ci batteremo sono in fondo perché il giudizio di legittimità sia ribaltato e parta finalmente  la grande rivoluzione di discontinuità con il vecchio e il passato di cui la nostra terra ha ormai sempre più disperato bisogno."   La Costituzione del 1948 contemplava al terzo comma dell’art. 119 un puntuale riferimento all’insularità. Le isole venivano considerate realtà svantaggiate dal punto di vista geografico, economico e sociale, da valorizzare ed alle quali destinare incentivi. Tutto ciò fu oggetto di un importante…
Medico nella Terra Buona di Emanuele Caruso, Borsellino nel film dedicato ad Emanuela Loi e a febbraio nei nuovi episodi di Montalbano: l’attore Fabrizio Ferracane dopo Anime Nere. Ammetto senza problemi di aver avuto più di una difficoltà nell’aprire questa intervista, nel trovare le parole adatta ad introdurla. E la difficoltà non è certo derivata dalla mancanza di argomenti o di notizie da riportare, anzi, una volta cominciato, rotto l’imbarazzo, ero assolutamente convinta che sarebbe partita, anzi sfociata, senza alcun ostacolo . La difficoltà è semplicemente derivata dal fatto che avverto sempre una certa soggezione quando faccio i conti con una combinazione, quasi un incantesimo da formula magica, assolutamente incredibile e perfetta, degna di una sola parola che è ammirazione, e questa combinazione è talento più umiltà. E’ la seconda volta che mi imbatto in Fabrizio Ferracane, ho ancora calde nel cuore e negli occhi le scene del film con il quale mi è stato letteralmente “presentato” il suo talento, anzi il film nel quale il suo talento è deflagrato come un ordigno buono, Anime Nere, e sono pronta a…