GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

Martedì, 17 Ottobre 2017 12:10

Banditismo: quelle cose mai scritte

Scritto da
Mario Guerrini, radio e telecronista RAI della vecchia guardia, si è occupato a lungo dei fenomeni di criminalità in Sardegna, legati in particolare ai sequestri di persona a scopo di estorsione. Ha già scritto in passato un libro sull’argomento intitolato l”Anonima Sequestri” che ebbe un grande successo e rimane il più venduto sul tema. Oggi torna sul banditismo con una nuova opera che svela i retroscena della sua attività di reporter in Barbagia. E’ un racconto che spiega la realtà del fenomeno attraverso le sue esperienze dirette, talvolta drammatiche. Guerrini svela fatti inediti riferiti ad eventi di grande risonanza mediatica come il processo all’Anonima Sequestri con Graziano Mesina tra gli imputati e il rapimento in Costa Smeralda del piccolo Farouk Kassam. Ne viene fuori, con ritmo incalzante, una serie di testimonianze di  eccezionale valore di personaggi che, nel bene e nel male, hanno fatto la storia del banditismo sardo. Guerrini non è solo un cronista ma anche un criminologo che spiega, spesso andando controcorrente, il fenomeno dei rapimenti a scopo di estorsione che dalla Sardegna si estesero poi a molte…
Un premio alla Camera dei Deputati e un disco a concetto: la musica secondo il compositore Alessandro Esseno Forse esiste un modo per comprendere, per scoprire se un’emozione ed una passione sono vere. Per capire quanta autenticità ci sia in una dedizione, in un mestiere. Ho avuto la fortuna di scoprirlo grazie al compositore Alessandro Esseno: alla domanda sull’ipotesi nella sua esistenza di un Piano B, che lo avrebbe portato lontano dalla musica, la sua risposta è stata che sarebbe stato un musicista comunque, anche se la musica stessa non fosse mai esistita. E da questa affermazione, che ha molto del paradossale, ma tanto di più di un’autentica dichiarazione d’amore, ho compreso molte cose che fanno rima con sacrificio, attesa, passione, con ore ed ore di lavoro, e non solo di ispirazione. Ascoltare Alessandro Esseno è immergersi in un universo fatto di suggestione, di ritorni, di momenti in cui la composizione diventa non solo momento creativo ma necessità quasi fisiologica, bisogno di dire e concretizzazione un’emozione. Perché senza l’emozione, nella musica come in qualsiasi altro campo, così come precisa il…
Due camere da letto matrimoniali, ciascuna con il suo bagno privato. Al primo piano di una palazzina appena ristrutturata del quartiere Marina, a Cagliari: è il nuovo progetto sociale dell'Associazione I Sardi Soccorso. Si tratta di una foresteria aperta ESCLUSIVAMENTE ai soci e ai loro familiari dietro prenotazione. Non è un bed and breakfast, non è un affittacamere: il servizio è riservato a chi fa parte dell'Associazione, anche in considerazione della quota modica per il soggiorno, non certo paragonabile a quanto viene normalmente richiesto per i soggiorni turistici nel quartere Marina. Alla Foresteria hanno priorità le persone che si trovano in particolari condizioni di salute e sono costrette a soggiornare a Cagliari per day hospital, cicli di chemio o in generale per cure mediche. DOVE SIAMOla Foresteria de I Sardi Soccorso è in via Arquer 37, all'angolo con via dei Pisani, a cento metri dalla centralissima via Roma e dal porto turistico. La zona è servita da treno, collegamento con aeroporto e autobus di linea pubblica. I SERVIZITutte le camere hanno accesso indipendente, sono semplici ma molto pulite. Hanno internet…
Cosa è il perdono? La domanda, e probabilmente la risposta, nel film Te Absolvo di Carlo Benso. A tu per tu con il regista e con i protagonisti, Toni Garrani ed Igor Mattei. Questa intervista, a tre voci perfettamente accordate, è la storia di un amore. Un amore con più destinazioni: la prima, quella del regista, Carlo Benso, per un territorio, il Monferrato, la seconda, comune a tutti e tre, per un mestiere, quello del cinema, che è omonimo di sogno, metafora di tutte emozioni più grandi e più belle. Questa intervista è anche la storia di una scoperta, di un viaggio fatto attraverso le colline di un territorio puntellato di viti e vite, di paesi incuneati nelle valli, di comunità, ruoli e persone semplici che si sono viste coinvolte in primis nella storia, diventandone attivamente partecipi. Un film che è possibile definire corale, che non appartiene più soltanto ai suoi sceneggiatori, o ai protagonisti, ma a tutti. Uno spaccato di vita in condivisione. Te Absolvo, film in uscita nelle sale domani, martedì 17 ottobre, è tutto questo, con la…
Mercoledì, 11 Ottobre 2017 10:53

separazioni: un cuore in due - di valentina accardi

Scritto da
La sindrome da alienazione genitoriale è il risultato estremo del coinvolgimento dei figli nelle dinamiche di coppia; inizia così un vero rapporto di triangolazione che vede schierati il figlio con il genitore alienante/ amato contro il genitore alienato/ odiato. Il genitore alienante convince il figlio dell’incapacità genitoriale dell’ex coniuge adottando varie strategie manipolatorie verso il figlio: ricorre alla maldicenza accusando il genitore alienato di cose non vere; limita i contatti tra figlio ed ex partner, dice al figlio che non è stato mai amato; obbliga il figlio a scegliere tra i due genitori; induce l’idea che il genitore alienato sia pericoloso e sminuisce l’intero ramo parentale dell’ex coniuge. La sindrome da alienazione genitoriale è una ferita insanabile nell’anima e nel cuore del bambino il quale viene privato dell’autonoma di pensiero e di azione poiché diviene una marionetta mossa dal genitore alienante. I genitori devono saper scindere i problemi di coppia dalla funzione genitoriale per non coinvolgere il figlio in dinamiche che nulla hanno a che vedere con la sua crescita e sviluppo.