GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

Sabato, 29 Aprile 2017 15:19

Una gita a Roma. interviste di Emilia Filocamo

Scritto da
Un po’ favola, un po’ realtà: così Karin Proia e Raffaele Buranelli raccontano il film Una gita a Roma, in uscita il 4 maggio. Una storia è un po’ come un figlio: ha un concepimento, sia esso ispirazione, solletico artistico, sete di qualcosa che più che prendere forma, viene a cercarci, un po’ come i desideri, o i sogni della notte. Ha un periodo di gestazione, e nella gestazione, più o meno lunga, in questo caso direi notevole, quasi 5 anni, accade di tutto: ci si investe di coraggio, ma spesso il coraggio cozza con i malesseri derivanti dalle paure, dalle ansie, dai dubbi imprevedibili. Poi basta un calcetto, di quelli dati con la punta di un piede ancora informe, di quelli favoriti da una incontenibile voglia di sbocciare al mondo, che tutto ritorna nel coraggio e nell’entusiasmo, e le difficoltà, siano esse di ideazione, budget, di attesa, diventano secondarie perché in pole position restano la storia/ il figlio, il nome dell’emozione da dargli, il momento dell’epifania, dello svelamento, del parto. Tutta questa introduzione in cui mi è stato inevitabile…
Mi piace che un Tavolo serio e specialistico affronti il grave problema delle dipendenze dal gioco d'azzardo e dall'alcol. Gli effetti criminogeni da queste drammatiche emergenze (violenza famigliare etc)saranno illustrati oggi giovedì 27 aprile a Cagliari dalle ore 15 presso Sede Congressuale ex Palazzo CIS,viale Bonaria.Organizza Associazione Cui Prodest,questi i relatori: Graziella Boi,Maria Grazia Pani,Augusto Contu,Liliana Loretta,Bernardo Carpiniello,Giancarlo Nivoli,Cristina Ornano. Sarà anche presentata l'opera "Prigionieri senza sbarre.Dalla dipendenza alla libertà" per saperne di più Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Mercoledì, 26 Aprile 2017 12:45

nino e teresina - di giuseppe podda

Scritto da
Giuseppe Podda, a dieci anni dalla scomparsa, lo ricordiamo con uno dei suoi tanti articoli scritti per "IL CAGLIARITANO": "Un fratello, una sorella una lezione di umanità. Gramsci sardo tra pubblico e privato.   Ad un anno dalla morte, avvenuta il 18 febbraio del 1976, Teresina Gramsci è sempre viva nel ricordo di quanti la conobbero. Questa fragile donna, sorella di Antonio Gramsci, la sorella preferita, che ha sempre con pudore e severità conservato i ricordi del grande rivoluzionario ed uomo di pensiero sardo, rappresenta pur sempre una parte importante della nostra storia. In fondo, Casa Gramsci — oggi museo e luogo di dibattito di fama nazionale e internazionale — è divenuta tale non solo per i dirigenti comunisti, per gli amici di Ghilarza e di Milano, ma anche e soprattutto per lei, per le figlie Mimma e Didi. -«Gramsci vivo», il libro di testimonianze che la figlia Mimma Paulesu Quercioli ha pubblicato proprio in questi giorni per la casa editrice Feltrinelli, si apre con una stupenda intervista a Teresina, ricca di notazioni acute e di particolari inediti. La lettura,…
Roma è  un nodo. Attrae e slega, trattiene, possiede o rilascia, libera o imprigiona. E questo nodo, apparentemente inscindibile o eludibile, perché è in questo paradosso che sta la sua forza seduttiva come città e come approdo di speranze, diventa ancora più enigmatico se a Roma si guarda con la forza della giovane età, del proprio talento e di un sogno che con Roma fa rima e assonanza, il  cinema. Ed è questo duplice amore, fatto di Roma e di cinema, che ha unito per una passeggiata, un caffè e qualche scatto rubato due giovani promesse del cinema italiano, Angelo Maria Sferrazza e Bonaria Decorato. E’ pomeriggio, uno di quelli in cui Roma ha   i tetti spennellati di rosa e ciurme di  gabbiani in picchiata  sulle ossa dell’Impero romano. Con tutto il sud della loro provenienza nella pelle e nell’accento, siciliano il primo, pugliese la seconda, Angelo Maria Sferrazza,  è reduce dal film come protagonista Un Santo senza parole, in cui ha recitato accanto a Luigi Maria Burruano e a Fabrizio Bracconeri, Bonaria, invece, ha interpretato la sorella curvy di…
      IL PREMIO "IL PARCO PIU' BELLO D'ITALIA" PRESENTA I 10 FINALISTI 2017!XV Edizione  Nel corso delle scorse settimane il Comitato Scientifico del Parco Più Bello si è riunito per decretare la “Top Ten” delle bellezze paesaggistiche italiane 2017: un inestimabile patrimonio pubblico e privato costituito da splendidi giardini, parchi, orti botanici, distese verdi progettate e impreziosite da veri e propri tappeti di fioriture, sculture vegetali, labirinti di siepi e filari alberati di ogni specie, per un inedito e spettacolare itinerario turistico e culturale. Per le vostre prossime vacanze “green” iniziate a prendere nota: Il Parco più Bello d’Italia vi suggerisce un percorso straordinario e originale che si snoda da Nord a Sud della nostra penisola alla scoperta dei più bei tesori culturali, botanici, naturalistici e architettonici.   ECCO I 10 PARCHI PIÙ BELLI D'ITALIA 2017Finalisti della XV edizione del concorso "Il Parco Più Bello d'Italia":   Oasi Zegna a Trivero (Piemonte)Una vasta area montana di circa 100 km2dove tra metà di maggio e fine giugno si può godere delle meravigliose fioriture della spendida Conca dei rododendri. Un luogo affascinante, da vivere in maniera slow. Villa Pallavicini a Pegli (Liguria)Uno straordinario parco…