GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

La stagione estiva del Cedac: il calendario de “La notte dei poeti”. Dal 15 al 29 luglio, nella suggestiva cornice del teatro antico di Nora e presso l’Ex Municipio di Pula, andrà in scena la trentacinquesima edizione della rassegna “La notte dei poeti” che ogni anno richiama in Sardegna artisti di fama internazionale. Ad aprire la rassegna sarà “L’Affare Vivaldi” di Federico Maria Sardelli con Luigi Lo Cascio ed Ensemble Modo Antiquo, uno spettacolo dedicato alle opere del musicista Antonio Vivaldi. Il giorno successivo sarà la volta di “Fedra” di Ghiannis Ritsos con la popolare attrice Isabella Ferrari che darà voce e volto all’amore impossibile di Fedra. Invece il 18 e il 19 luglio, nella cornice dell’Ex Municipio, andranno in scena rispettivamente “Occhi” di Andrea Gallo Rosso, che spiegherà la ricerca di nuovi canali comunicativi e “Manovella Circus”, uno spettacolo con burattini e marionette. Il 20 e il 29 luglio si tornerà di scena a Nora con l’attrice Rossella Dassu che porterà in scena “Tracce nella città sommersa”, un percorso teatrale sulla storia della città e le origini del popolo…
Un film con Francesco Pannofino e Marco Bocci e tanti nuovi progetti. Così Matteo Branciamore si racconta dopo il Figari Film Fest.     Ci si accorge di essere innamorati da un dettaglio che, apparentemente, potrebbe sembrare insignificante, ma che, in realtà, dice e svela tutto. Ed è il non riuscire a pensare ad altro, se non all’oggetto, alla destinazione, parola che in se trattiene la radice di destino, del proprio desiderio, dei propri sentimenti. E’ sentirsi “invasi”, ma in senso positivo, pervasi da un pensiero che è più consistente di qualsiasi gesto o elemento tangibile. Penso a questo senza difficoltà, quando ho l’occasione di intervistare l’attore Matteo Branciamore, e parlo di amore quando, riferendomi al suo mestiere, termine riduttivo per ciò che “prova”, l’attore mi rivela, appunto, di non riuscire a pensare ad altro, se non al cinema, la sua prima, straordinaria e gigantesca passione. Poi tutta la nostra chiacchierata telefonica, si sposta su talento e progetti, su carriera e sogno, trasformando simpaticamente, la sua vocazione da artista, in una sorta di particolare variante della sindrome da Peter Pan,…
Intitolato ai fratelli Pirastu il “Palazzetto dello Sport” di Cagliari     Concluso l’iter amministrativo, il 30 giugno 2017 il “Palazzetto dello Sport” di Cagliari, il principale impianto sportivo al coperto del capoluogo, è stato ufficialmente intitolato ai fratelli Pirastu. Al termine di una cerimonia carica di ricordi, su invito del sindaco Massimo Zedda, sono state due giovani nipoti dei fratelli Pirastu, Beatrice Mastio e Giulia Pirastu (rispettivamente nipoti di Emilio e Paolo) a sollevare il drappo rosso che copriva la targa.   Erano presenti molti parenti e amici della famiglia Pirastu e diverse glorie del mitico “Brill”, la squadra che negli anni ’70 militò nella massima serie di pallacanestro facendo davvero sognare i tifosi cagliaritani che, in migliaia, assistevano alle partite: sogni che talvolta si tramutarono in realtà come quando, il 4 marzo 1973, i campioni d’Italia della “Ignis” furono sconfitti nel parquet di Monte Mixi.   La serata è stata introdotta da Davide Carta, consigliere comunale e presidente della Commissione consiliare che ha deciso l’intitolazione della struttura ai fratelli Pirastu. Carta ha tracciato i profili biografici dei sette…
 A Nola premiato l’attore Angelo Maria Sferrazza     C’è qualcosa nella vita e nel destino dell’attore Angelo Maria Sferrazza che continua ad intersecarsi in maniera misteriosa, ma non del tutto casuale. E’ come se ci fosse un segno che predispone gli accadimenti nella vita di questo giovane artista di talento, e li interseca al punto tale da non lasciare dubbi per un disegno ben preordinato e costituito. Angelo è un attore in fieri, un work in progress di talento e di voglia di sfidarsi, che, dopo il ruolo da protagonista interpretato nel film Un Santo Senza Parole, continua a stupire con la calma e l’umiltà che gli appartengono e con quel luccichio che pochi hanno e che, solleticato ed indagato, risponde al nome di “fede”. Perché la vita di Angelo Maria Sferrazza è permeata da un senso della fede che stupisce ed incanta, ma soprattutto insegna e da esempio. Un “segno” che ha accompagnato la premiazione dell’attore con il Primo Premio Cinema Nazionale –Nola Festival Cantagiglio Folk 45 esima edizione, tenutosi a Nola. Un premio dedicato a San Paolino,…
Una grande storia d’amore: Danilo Nigrelli e il teatro.   Un personaggio, un copione, il cartellone che “strilla” orario e nome dello spettacolo, il palcoscenico da occupare e difendere come fosse la propria tana, la voce da addomesticare e calibrare agli spazi, che si “ guarda” intorno per prendere possesso del luogo e poi, su tutto, un’immedesimazione totale, senza movimenti in direzione del ruolo, una “ possessione” buona, perfetta e calzante, precisa e per niente artificiosa. Tutto ciò fa dell’attore non semplicemente un interprete, ma l’altro, il personaggio, il ruolo. Identificandoli totalmente. E’ quello che imparo da Danilo Nigrelli, attore ed insegnante di teatro che non ha bisogno di troppe presentazioni, ma solo di essere ascoltato quando svela, con semplicità e amore autentici, la meraviglia di un mestiere unico e complesso, improvviso nella chiamata quanto una vocazione, croce e delizia, ossessione e passione di chi gli risponde. Signor Nigrelli, dove pende di più la bilancia del suo amore? Verso il cinema o verso il teatro? Dico sempre che il teatro è il mio amore, e il cinema l’amante. Sono nato…