GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

Lunedì, 22 Maggio 2017 10:21

dentro lo stabilimento ichnusa per festeggiare i 50 anni - di giorgio ariu

Scritto da

 

A Macchiareddu c'è un'isola felice e pulita, molta schiuma (ma solo per bicchieri belli pieni di sana birra) e molti fatti. Sino al punto che gli ottantuno lavoratori amano metterci sempre la faccia. Ora anche nel retro della nuova birra "non filtrata". Per festeggiare i 50 anni del birrificio più antico in Sardegna, Ichnusa brinda con i giornalisti giunti anche dalla penisola e mostra con sano orgoglio, tanto orgoglio palesato, uomini, cifre, prodotto tradizionale e nuovo, strategie di comunicazione e perfino in anteprima le tracce del nuovo spot che sarà pianificato su scala nazionale. Una autentica chicca per appassionati di video. Partiamo dagli ingressi e dal torello dell'accoglienza: alla firma, l'ospite viene vestito di orgoglio dell'appartenenza e di apparati di sicurezza. Nell'aria solo profumi di orzo e luppolo in cottura. "Motivo di orgoglio" -afferma franco Zurru, direttore dello stabilimento - è il nostro impegno sul fronte della sostenibilità. Riduzione del 49% i kg. di CO2 in atmosfera, del 10% i consumi di energia elettrica, del 20% di quella termica e del 6% di acqua". Il rispetto per il territorio: "incremento degli investimenti in sostenibilità e sicurezza".

Istinto, cuore e fierezza narrano il legame con la terra di Sardegna. "Puntiamo da sempre-rilancia Patrick Simoni, Group Brand Manager Ichnusa - alla condivisione come valore fondamentale. Amore per la propria terra, amicizia, famiglia, tradizione, genuinità: dal 1912 ingredienti della birra dei Quattro Mori che guarda sempre al futuro. Ecco perché oggi brindiamo all'ultima nata, una birra non filtrata, di puro malto d'orzo, al 100%, e a bassa fermentazione". 

"Una ricetta che utilizza molto malto d'orzo chiaro e malto d'orzo caramello - sottolinea Luigi Pacciulli, il mastro birraio, front man dell'azienda che si caratterizza per l'assenza del trattamento di filtrazione, poichè viene lasciata decantare naturalmente nei tini di fermentazione. Così corposa ed equilibrata, offre sensazioni erbacee e di frutta gialla e di albicocca". Orgoglio ed ancora orgoglio dall'indossare la maglia Ichnusa e di potere operare in un'azienda che ha saputo prendere il meglio della storica tradizione della casa madre Heineken, solidità e conoscenze, per l'evoluzione di quella birra nata in viale Ciusa dal gusto delle sfide e dalla lungimiranza di Amsicora Capra. Oggi sono oltre 2000 i lavoratori correlati alla produzione dello stabilimento di Assemini che produce un valore che va oltre i 200 milioni, comprese le ricadute indotte. E mentre cresce il consumo di birra, qui si guarda con simpatia e rispetto al proliferarsi di mini birrifici artigianali, sinonimo di vivacità del mercato e dell'appeal che la biondissima continua ad alimentare su tutti i target. Naturalmente,a proposito del tradizionale e marcato impegno sulla sostenibilità, si cercherà di riprendere quel filo rosso dell'abbandono delle bottiglie per strada che fa tanto degrado con una qualche campagna di sensibilizzazione, ma sul quale tanto deve fare la politica e tanto deve incidere la buona educazione di ciascuno di noi.

Letto 314 volte Ultima modifica il Lunedì, 22 Maggio 2017 10:26
Giorgio Ariu

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.