GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

Venerdì, 16 Giugno 2017 09:52

Meo Sacchetti: Alghero casa mia e amo Cagliari. di Nando Mura

Scritto da

Mai uno di Sassari è stato così amato anche a Cagliari: forse soltanto Gianfranco Zola aveva infiammato i rossoblù del Capo di Sotto dopo aver fatto godere quelli del Capo di Sopra della Torres. Meo Sacchetti, l'allenatore che ha conquistato il “triplete” con la Dinamo nel 2015 (SuperCoppa, Coppa Italia e gran finale cib lo Scudetto), ha tanti fan anche a Cagliari: lo ha scoperto, ancora una volta, quando nell'ambito di Leggendo Metropolitano, ha presentato la sua autobiografia (“Il mio basket è di chi lo gioca”). Ai Giardini pubblico c'erano almeno 300 persone ad ascoltarlo e l'applauso è partito scrosciante quando Meo ha detto che se Cagliari dovesse mai un giorno arrivare in LegaDue lui sarebbe ben lieto di allenarla. Ma del coach nato in campo profughi di Altamura, in provincia di Bari, dove erano stati accolti i genitori al rientro dalla Romania dov'erano emigrati in cerca di lavoro dalla provincia di Belluno, il popolo del basket cagliaritano (come del resto quello di tutta la Sardegna) ha apprezzato la genuinità, la semplicità, la disponibilità. Oltre che la straordinaria bravura, prima come giocatore e poi anche come allenatore. È lui l'uomo che più di ogni altro ha rappresentato quello scudetto della Dinamo che ha conquistato tutta un'isola e che è stato paragonato a quello del Cagliari Calcio: lui che ha sempre un basso profilo nonostante una carriera straordinaria (argento olimpico e Mosca 1980, oro europeo a Nantes nel 1983, bronzo europeo a Stoccarda nel 1985) non si è mai preso un merito, lui che (presa la residenza ad Alghero dove trascorrerà la pensione producendo olio e mirto) è diventato il quarto personaggio famoso che ha deciso di vivere in Sardegna. Prima di lui Gigi Riva, Fabrizio De Andrè e Giuseppe Garibaldi.

 

 

Letto 160 volte
Giorgio Ariu

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.