GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

Lunedì, 03 Luglio 2017 17:43

A Nola premiato l’attore Angelo Maria Sferrazza. di Emilia Filocamo

Scritto da

 A Nola premiato l’attore Angelo Maria Sferrazza

 

 

C’è qualcosa nella vita e nel destino dell’attore Angelo Maria Sferrazza che continua ad intersecarsi in maniera misteriosa, ma non del tutto casuale. E’ come se ci fosse un segno che predispone gli accadimenti nella vita di questo giovane artista di talento, e li interseca al punto tale da non lasciare dubbi per un disegno ben preordinato e costituito. Angelo è un attore in fieri, un work in progress di talento e di voglia di sfidarsi, che, dopo il ruolo da protagonista interpretato nel film Un Santo Senza Parole, continua a stupire con la calma e l’umiltà che gli appartengono e con quel luccichio che pochi hanno e che, solleticato ed indagato, risponde al nome di “fede”. Perché la vita di Angelo Maria Sferrazza è permeata da un senso della fede che stupisce ed incanta, ma soprattutto insegna e da esempio. Un “segno” che ha accompagnato la premiazione dell’attore con il Primo Premio Cinema Nazionale –Nola Festival Cantagiglio Folk 45 esima edizione, tenutosi a Nola. Un premio dedicato a San Paolino, santo originario di Bordeaux al quale è dedicata la kermesse nolana della festa dei Gigli, suggestivi obelischi di legno e cartapesta portati a spalla in processione e a ritmo di musica. Uno dei premiati è stato Angelo Maria Sferrazza, che ha dedicato il premio alla sua famiglia. E, confermando un sentore che ho sempre avuto sin dalla prima intervista, l’attore, premiato per aver interpretato un santo, siciliano, ma che si avvicina molto alla tradizione nolana, ha espresso, insolitamente e al di fuori di ogni previsione o logica patinata, il desiderio di rendere omaggio al Santo, visitando una Chiesa di Nola. Ma il segreto di Angelo Maria Sferrazza, forse, è proprio questo: è capace di lasciare piccoli, impercettibili segni che, con il tempo, maturano più decisi di un frutto di stagione. 

SFERRAZZA_2.JPG

 

ANGELO_MARIA_SFERRAZZA_1.JPG

 

 

 

 

Letto 617 volte Ultima modifica il Lunedì, 03 Luglio 2017 18:32
Giorgio Ariu

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.