GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

Mercoledì, 02 Agosto 2017 12:37

l'attrice che ama i piatti della sua sassari - di stefania masala

Scritto da

Ciogga, giogga minudda, mirinzana, zimino.. La cucina sassarese è quasi un "unicum" della cucina sarda, con piatti legati più alla terra che al mare,  lavorati a partire da una materia prima apparentemente povera, ma che raggiunge vertici altissimi di sapore e  gusto deciso.

Il turista in transito a Sassari, se ha la curiosità di addentrarsi per i vicoli stretti della città, potrà qui incontrare delle piccole trattorie dove gustare le "particolarità" della tradizione: dalle melanzane ("La mirinzana in forru" che meritò addirittura un brano musicale del Trio Folk Sassarese) imperdibili al forno o alla griglia, passando per la "favata", una sorta di minestra preparata con bietole, cicoria, finocchietto selvatico e le parti più saporite del maiale (testa, piedini, cotenna e salsiccia: si sa, del maiale non si butta via niente!) fino allo "zimino", ovvero le interiora di vitello cotte alla griglia e componente immancabile di ogni "ziminata". 

Tra i primi piatti è imperdibile la "mineshtra 'e fasgioru" o "mineshtra 'e patatu", una zuppa preparata con fagioli, patate, lardo, finocchietto selvatico e pomodori secchi, assai corroborante nei mesi invernali.

Leggi tutto su Sardegnatavola (marchio registrato) in edicola.

 

Letto 352 volte
Giorgio Ariu

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.