GIA COMUNICAZIONE di Giorgio Ariu
Dal 1971 raccontiamo e promuoviamo le meraviglie della Sardegna: le sue coste, la sua gente e le sue tradizioni. Attraverso le nostre riviste, i nostri libri, e le campagne su misura per ogni ente pubblico e privato. La nostra Casa Editrice offre sistemi integrati di comunicazione per ogni impresa: riviste, libri, eventi, format e spot TV, materiali promozionali, studio e realizzazione di loghi e marchi aziendali.

Lunedì, 26 Febbraio 2018 12:17

la passione di vivere

Scritto da

I meno giovani tra i telespettatori sardi -soprattutto quelli di Cagliari e provincia- sanno che era lui l'inventore e l'autore dei filmini doppiati in slang per così dire isolano che fecero la fortuna della neonata Videolina, la più grossa realtà sarda e tra le prime Tv private in assoluto in Italia a metà degli anni Settanta. Ma non tutti sanno chi era davvero Riccardo Coco, uno che ha fatto la storia della Tv privata in Sardegna, qual era la personalità di un uomo che certo verrà ricordato come il pioniere del varietà televisivo autarchico, fatto in casa, cioè interamente ideato, prodotto e realizzato in Sardegna. Quali erano le molle che l'hanno spinto a imporsi all'attenzione generale, quali i segreti della simpatia che ispirava.

   Quel suo primo varietà si chiamava "Vivere", andò in onda per quasi sei anni e quattrocento puntate, un vero record; ed era davvero innovativo, con una formula rivoluzionaria per l'epoca. Chiacchiere in studio con personaggi di tutti i tipi, dai divi del cinema e della Rai (allora l'unica Tv che trasmetteva su due reti, mentre il berlusconiano Canale5 muoveva i primi passi), a politici, sportivi e varie personalità locali, a emeriti sconosciuti che proprio grazie a quella trasmissione ebbero anche più o meno lunghi periodi di notorietà. E poi filmati in esterna, gag, tanta musica, risate ma anche serissime riflessioni sui temi d'attualità più scottanti. E naturalmente belle ragazze. Un talk show antesignano che fotografava la società sarda in tutti i suoi aspetti, mettendola a confronto con quella della penisola, che scopriva pregi e difetti di una regione perennemente all'inseguimento di una crescita costante e duratura. Che faceva comunque riflettere e divertire allo stesso tempo, tenendoti incollato alla Tv, il venerdì sera, per quelle due ore rigorosamente in diretta che garantivano sempre anche qualche piacevole sorpresa. Un po' come quando andavi a vedere il Cagliari o seguivi la Nazionale di calcio in Tv: vediamo oggi cosa inventa il "nostro" Gigi Riva, quale spettacolare azione/gol ha in serbo per tutti noi! Ed era difficile che ci deludesse.

 

Leggi tutto l'articolo su - ilCagliaritano - in edicola e in libreria

Letto 244 volte
Giorgio Ariu

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.